Un po’ di noi

Al Canevon è un’azienda a conduzione familiare fondata nel 1970, situata nel cuore del Prosecco Superiore Conegliano Valdobbiadene Docg, Patrimonio dell’Unesco.

al canevon foto aerea vigneto conegliano

Il Vigneto

La sua peculiarità è rappresentata dai 40 ettari di superficie, interamente coltivata a glera, siti tutti in unico appezzamento, precisamente a Collalbrigo. Oltre ai vigneti siti in Valdobbiadene.

Lo spettacolare scenario dei colli di Conegliano Valdobbiadene Docg è caratterizzato a sud dal mare adriatico e a nord dalle Prealpi; tale posizione garantisce un clima temperato, dato da una costante ventilazione e da un corretto grado di piovosità, i quali si ripercuotono positivamente sulla coltivazione delle uve, rendendole così uniche.

La sapienza enologica, il costante impegno, la maestria nella scelta delle uve, coronati da una vendemmia fatta tutta esclusivamente a mano, fanno sì che i vini Al Canevon siano conosciuti in tutto il mondo e abbiano conseguito premi nei concorsi enologici più autorevoli e prestigiosi a livello nazionale e internazionale.

al canevon sqnpi qualità sostenibile

La Nostra Storia

Il primo vino prodotto risale al 1940, il frizzante a fermentazione naturale, chiamato anche “El vin del nono”, prodotto da nonno Giuseppe (Bepi per gli amici), il quale utilizzava la tecnica della fermentazione naturale fatta sui lieviti.

Tutt’oggi questo vino continua ad essere prodotto con orgoglio dall’azienda la quale ha dedicato l’etichetta proprio a “Nono Bepi”.

Nel 2001 ha inizio l’era della spumantizzazione.

al canevon nonno bepi in vigna
al canevon il raccolto

Il Raccolto

La produzione dei nostri vini rispetta pienamente il disciplinare che regola il metodo di spumantizzazione del Prosecco Superiore di Conegliano-Valdobbiadene Docg.

La raccolta, eseguita interamente a mano, si avvale dei cassoni di plastica “Bins” trasportati in camion refrigerati dalla campagna alla cantina, per far si che rimangano inalterate le qualità dei grappoli appena raccolti.

La Produzione

Arrivata in Cantina l’uva viene sottoposta alla pressatura soffice, un’operazione fatta utilizzando appositi macchinari in grado di spremere in modo delicato gli acini ed ottenere così solo il primo fiore, mosto che poi fungerà da base per ottenere il nostro Prosecco Docg.

Segue poi la decantazione, fase nella quale il mosto torbido viene lasciato riposare a freddo (5-10°C) in serbatoi d’acciaio.

La spumantizzazione avviene nel metodo italiano chiamato charmat, riconosciuto oggi come “metodo Conegliano-Valdobbiadene”, e prevede l’utilizzo di autoclavi a tenuta di pressione nelle quali il vino è unito a zucchero e lieviti al fine di conservare gli aromi originari dell’uva e di ottenere così quel profumo fruttato e floreale che contraddistingue il Prosecco Valdobbiadene Docg da qualsiasi altro spumante.

40 giorni più tardi avviene l’imbottigliamento, il vino è così pronto per essere immesso sul mercato per il suo consumo.

al canevon produzione